News

Responsabilità professionale medica - Shock anafilattico gravissimo provocato dalla somministrazione di un farmaco

Cassazione Penale - Responsabilità professionale medica - Shock anafilattico gravissimo provocato dalla somministrazione di un farmaco. La Corte di Cassazione ha affermato che va solo soggiunto che è - oltre che immotivato- anche erroneo il richiamo all'articolo 3 legge n. 189 del 2012, per l'assorbente rilievo che qui l'addebito di colpa è essenzialmente basato sulla imprudenza e negligenza del sanitario che ha omesso di coltivare la scelta prudenziale di verificare le allergie della paziente, pur in presenza di una dimostrata situazione di rischio. Sentenza n. 27185/15 FATTO E DIRITTO: L'imputato...

Leggi tutto

Contenzioso decisionale tra chirurgo capo-equipe e anestesista

Cassazione Penale  - Contenzioso decisionale tra chirurgo capo-equipe e anestesista - Secondo i giudici di merito il chirurgo capo-equipe, censurabilmente, non si dissociò e non si oppose all'operato degli anestesisti. Egli, responsabile dell'intervento, si sarebbe dovuto rifiutare di compiere un atto chirurgico non quoad vitam in condizioni che sapeva essere altamente rischiose per la paziente. Il sanitario, a fronte delle iniziative anestesiologiche palesemente errate, non avrebbe dovuto tenere un atteggiamento acquiescente, avrebbe dovuto rifiutare di eseguire l'atto operatorio in quelle condizioni ed avrebbe semmai dovuto dar corso a...

Leggi tutto

Colpa medica - Le linee guida devono essere allegate in giudizio

Cassazione Penale - Colpa medica - Applicabilità della c.d. legge Balduzzi - Le linee guida devono essere allegate in giudizio - La Corte di Cassazione ha affermato che l'assunto concernente l'avvenuto rispetto delle regole di diligenza e dei protocolli ufficiali resta mera enunciazione, essendo stata omessa la necessaria allegazione delle linee guida alle quali la condotta del F. si sarebbe conformata. L'allegazione si rende necessaria ai fini della verifica della correttezza e scientificità delle stesse: solo nel caso di linee guida conformi alle regole della migliore scienza medica è possibile, infatti, utilizzare le medesime come...

Leggi tutto

Responsabilità civile per tardiva diagnosi di carcinoma maligno all’utero. Corte di Cassazione Civile

Cassazione Civile  – Responsabilità civile per tardiva diagnosi di carcinoma maligno all’utero – La Corte di Cassazione ha affermato che in tema di qualificazione giuridica dei rapporti tra paziente e strutture sanitarie quest’ultime sono responsabili ai sensi dell’art. 1228 c.c.. (responsabilità in via solidale a carico del centro clinico e del medico professionista). Pertanto l'indiscutibile collegamento necessario esistente nella specie tra la prestazione compiuta dal medico e l'organizzazione aziendale rende pertanto irrilevante la circostanza che questi sia stato scelto dal paziente...

Leggi tutto

Regime probatorio e regola dell'evidenza

In un sistema giuridico come quello italiano che, pur non basandosi sulla regola del precedente vincolante, come accade invece nei Paesi anglosassoni, attribuisce particolare rilevanza alle pronunce della Corte di Cassazione, è opportuno seguire costantemente l’evoluzione degli orientamenti giurisprudenziali, poiché capaci a loro volta di influenzare i giudici di rango inferiore. In quest’ottica, appare estremamente interessante il principio di diritto espresso in una recente sentenza della Suprema Corte sul tema della responsabilità civile in campo medico (Cass. Civ., Sez. III, 20 febbraio 2015, n. 3390), che...

Leggi tutto

L’errore del primario e la responsabilità dell’assistente

L’errore del primario durante un’operazione non si riversa automaticamente sull’assistente per il solo fatto che questi fosse presente nella sala operatoria. Questo il principio affermato dalla Cassazione, Terza Sezione Penale, con sent. 5 febbraio 2014 n. 5684. La pronuncia mette fine a un procedimento durato quasi vent’anni e passato attraverso cinque gradi di giudizio. La vicenda infatti era iniziata nell’ottobre 1995, allorchè l’imputato aveva assistito il primario in qualità di aiuto in un intervento di appendicectomia mal riuscito, cui ne era seguito un secondo durante il quale era stata...

Leggi tutto