News

Norme in materia di procreazione medicalmente assistita

Corte Costituzionale  - Norme in materia di procreazione medicalmente assistita - La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale degli artt. 1, commi 1 e 2, e 4, comma 1, della legge 19 febbraio 2004, n. 40 (Norme in materia di procreazione medicalmente assistita), nella parte in cui non consentono il ricorso alle tecniche di procreazione medicalmente...

Leggi tutto

Primario assente dal servizio per ferie: nessuna responsabilità oggettiva per gli errori dei sostituti

Cassazione Civile  – Al primario assente dal servizio per ferie non può essere ascritta una responsabilità oggettiva per gli errori dei sostituti. La colpa eventuale del sanitario che ha in carico la paziente non può estendersi al primario per la ragione che egli è estraneo al fatto lesivo e non è parte sostanziale e neppure è imputabile per un omesso intervento, in quanto ha provato di essere in ferie al tempo del ricovero e del primo intervento. (Sentenza n. 6438/15) FATTO: F.G. con citazione del...

Leggi tutto

Esercizio abusivo della professione medica

Cassazione Penale – Esercizio abusivo della professione medica – Condannato l’imputato che aveva abusivamente esercitato la professione di medico chirurgo in mancanza della relativa abilitazione professionale e aveva dichiarato falsamente alla polizia giudiziaria della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Como di essere in possesso della laurea in medicina e di svolgere la professione di medico. (Sentenza 19554/15) FATTO: Con la sentenza impugnata veniva confermata la sentenza del Tribunale di...

Leggi tutto

Mancanza o invalidità del consenso informato e relativa rilevanza penale

Cassazione Penale - Mancanza o invalidità del consenso informato e relativa rilevanza penale  – La Corte di Cassazione ha affermato che non è di regola possibile fondare la colpa sulla mancanza di consenso, perché l'obbligo di acquisire il consenso informato non integra una regola cautelare la cui inosservanza influisce sulla colpevolezza. La Corte rileva però che solo in un unico caso la mancata acquisizione del consenso potrebbe avere rilevanza come elemento della colpa: allorquando la mancata sollecitazione di un consenso informato...

Leggi tutto

Taglio cesareo: se il Primario ritarda, l’intervento urgente deve essere eseguito dall’Aiuto Primario

Cassazione Civile  – Taglio cesareo – Se il Primario ritarda, l’intervento urgente deve essere eseguito dall’Aiuto Primario. La Corte di Cassazione ha affermato che in caso di assenza del Primario o impedimento di quest'ultimo ogni decisione deve essere adottata dall'Aiuto. Ne consegue che, informato il Primario, l'odierna ricorrente avrebbe dovuto invero far predisporre la sala chirurgica e far preparare la paziente, e atteso il ritardo maturato dal predetto nonché stante l'urgenza avrebbe dovuto procedere senza indugio ad...

Leggi tutto

Verifica del consenso informato in una operazione routinaria ed ambulatoriale

Cassazione Civile - Verifica del consenso informato in una operazione routinaria ed ambulatoriale. La Corte di Cassazione ha affermato che la verifica del consenso in una operazione routinaria ed ambulatoria per prassi avviene attraverso un colloquio orale, peraltro con un paziente già noto e curato, in epoca precedente. La prova orale è stata provata sia attraverso la produzione del sintetico modulo del consenso informato sia attraverso testimonianze qualificate come quella del prof. R. in merito alla prassi di formazione del...

Leggi tutto